Free Worldwide Shipping on all orders over 400€ - Spedizione gratuita in Italia
Free Worldwide Shipping on orders over 400€
             Spedizione gratuita in Italia

TAVAT Eyewear

TAVAT Eyewear

Ci sono le radici delle idee a Pasadena, California. Ci sono le mani di esperti artigiani alle pendici delle Dolomiti. C’è il design evoluto, tecnologia e qualità per una visione perfetta, c’è la scelta etica di indirizzarsi solo a ottici indipendenti: si potrebbe dire che il marchio di occhialeria TAVAT abbia proprio tutto ciò che serve per aspirare al miglior prodotto sul mercato.

Il nome deriva da un sostantivo palindromo inglese che significherebbe ‘miracolo’ e che il fondatore del brand Ian Jeremy Baines soleva utilizzare con un compagno d’infanzia a mo’ di parola inventata. Dall’imprinting fortemente grafico possono nascere giochi di angoli e simmetrie, mentre se pronunciata, TAVAT risulta piacevole all’orecchio in qualunque lingua del mondo.

La prima collezione è stata presentata durante il MIDO 2010, facendo delle qualità del designer Norman Schureman il punto di forza per l’estetica e fidandosi della professionalità del dott. Dunn in ambito oftalmologico per lo sviluppo di lenti dalle altissime prestazioni. Si parla difatti di lenti da sole costruite con melanina sintetica al fine di filtrare le radiazioni solari ad alta energia, e quindi proteggere, migliorare la chiarezza e aumentare il contrasto, senza alterazioni nel colore. Il progetto è il risultato di un attento studio che si rifà allo stesso comportamento della melanina presente nel corpo umano.
Performance significa che tutto l’occhiale nel suo insieme deve funzionare, e anche il design gioca un ruolo principale in questa partita; Schureman è stato difatti sin dal giorno una parte del team TAVAT non solo perché innamorato dell’occhialeria ma anche per la sua posizione come professore di design presso l’Art Center di Pasadena. Norman ha disegnato particolari dalla forma iconica che identificano il prodotto senza utilizzo di loghi. Scomparso prematuramente in un incidente, il designer ha lasciato un’eredità di forme semplici e funzionali unendo idee del passato a modernità e tecnologia. Il motto ‘LESS IS MORE’ difatti è il principio di ispirazione per una silhouette unica e di distribuzione indipendente che permette di affermarsi come eccellenza nel mondo dell’occhialeria; basti pensare alla collezione SoupCan, ispirato alle lattine (le famose soup cans), a cui si uniscono dettagli come la chiusura a cerniera con meccanismo a corona, classica dell’orologeria.

Il marchio che desidera affermarsi con un design senza tempo però si dedica anche a progetti estremamente contemporanei, coinvolgendo gli artisti di domani, come una collaborazione nata nel 2016 con l’Art Center di Pasadena, organizzando un gruppo di lavoro sul design dell’occhiale. Guidelines fondamentali stilistiche indicate da Schureman e la filosofia di TAVAT come base di partenza per i ragazzi che hanno aderito all’iniziativa, il risultato ha portato alla luce tanta ispirazione presa dall’ambiente circostante, dalle esperienze degli studenti soprattutto sulla funzionalità, prendendo spunto anche dalla natura. Il miglior prodotto è stato ispirato dai Cafè Racers, con dettagli pratici ed elementi estetici interpretativi: un look semplice, senza fronzoli, che rispecchiasse lo stile di vita di un racer on the road.

TAVAT si impone anche un cardine etico alla base del proprio commercio, ovvero lavorare in tutto il mondo solo con ottici indipendenti, proprio a sostegno del negoziante e del consumatore, con un’assistenza in ogni fase della preparazione e della vendita del prodotto ideale, tralasciando le grandi distribuzioni che spesso rendono anonimo materiale dal carattere unico e disincentivano la crescita dei mercati artigianali.

Puoi vedere tutti i modelli TAVAT disponibili nella sezione BRAND di www.mboeyewear.com: TAVAT on MBO

( Gaia Galizia per MBOEyewear )

Jeremy e Roberta
Share this post

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.

[]